Originali, ecologici e, qualche volta, utili: ecco gli oggetti ad energia solare di cui non potrete più fare a meno

Il robot tosaerba telecomandato
Custodie e caricabatterie per smartphone
Gli occhiali del futuro
Il lettino multimediale
Lo zaino che non ti aspetti
Il gattino fotovoltaico
La cavalletta giocattolo
Il cappello con ventilatore
Il Cinema portatile
L'intrigante Solar Bikini
La Radio solare
E-TOMB

L

a passione di un prosumer per l'energia solare non conosce limiti e talvolta può allargarsi anche ai gadget fotovoltaici più strani e inaspettati. L'estate è il momento migliore per provarli. Noi, da veri innamorati del sole, abbiamo già cominciato a stilare la lista degli oggetti ad energia solare di cui non potremo (forse) più fare a meno. E voi quale scegliete?

Il robot tosaerba telecomandato

Tra gli oggetti ad energia solare è uno dei più desiderati, specie quando arriva la primavera e, di conseguenza, il momento di rasare l'erba del prato.

Il robot tosaerba che funziona ad energia solare e può essere telecomandato a distanza non è l'ultimo ritrovato di una start up ma il progetto di un singolo genio, Robert Steve Smith, che all'inizio del 2020 è diventato una star del web grazie alla serie di video in cui insegnava a costruire il Solar Charged Remote Control Electric Lawn Mower. Oggi il suo progetto è stato trasformato in un e-book dettagliato. Chi volesse costruire il proprio robot tosaerba, però deve tener presente almeno due elementi: il tempo stimato (almeno 130 ore di lavoro) e il costo (circa 1.500 dollari).

L'invidia del vicino però non ha prezzo. 

Custodie e caricabatterie per smartphone

Una custodia per l’iPhone che, oltre a proteggerlo, permetta anche di ricaricarlo, così da non rimanere mai a secco di energia. L’idea è buona, peccato che le dimensioni non ne abbiano agevolato il successo e il gadget fotovoltaico rischia di restare di nicchia.

Meglio invece l’idea di un caricabatterie solare portatile: in commercio se ne trovano svariati modelli anche se il nostro preferito - per ragioni squisitamente di design - resta quello a fiore Sunflower. Per la serie: mai più senza questi piccoli oggetti a energia solare. 
sunflower.jpg

Gli occhiali del futuro

Secondo gli esperti, gli occhiali del futuro punteranno sulla realtà aumentata e per funzionare avranno bisogno di elettricità. Per questo potrebbe tornare in voga l’occhiale fotovoltaico già sperimentato in passato per ricaricare piccoli oggetti. E i pannelli con film di perovskite potrebbero diventare un grande aiuto.

Il lettino multimediale

Attenzione, non parliamo di un lettino abbronzante ma del classico lettino da piscina e da spiaggia che grazie alla dotazione di pannelli fotovoltaici diventa una vera e propria stazione multimediale autoalimentata con tanto di video e prese usb. In questo caso il brevetto, tutto italiano, porta il nome di i-Sun.

Tra i prodotti a energia solare è uno dei più desiderati.
isun.jpg

Lo zaino che non ti aspetti

In principio fu la tracolla, proposta per tutte le nostre borse, da quella portacomputer a quella per la palestra. Dopo una ricerca fondi on line però, il progetto Sun Strap solar charger non sembra aver spiccato le ali. Diversa invece la sorte dello zaino fotovoltaico Birksun ovvero uno zaino “da passeggio” dotato di pannello fotovoltaico integrato e porte Usb per ricaricare telefoni e laptop mentre si è in viaggio, in vendita anche online.
zaino.jpg

Il gattino fotovoltaico

È disponibile come lampada a led da esterno, che si illumina dopo essersi caricata durante il giorno, oppure in versione gatto della fortuna con tanto di artigli colorati e luminosi. Insomma, la passione per i gatti - dopo aver contagiato Facebook - arriva anche nel mondo del fotovoltaico. Non amate i felini? Nessun problema, sono anche disponibili cani, ricci, gufi e così via. L'importante è che siano oggetti ad energia solare.

La cavalletta giocattolo

Restando nel regno animale come non citare la splendida cavalletta dotata di piccolo pannello solare che le permette di muovere le antenne e anche saltare. È grande appena 5 centimetri, costa pochi euro e farà impazzire il vostro gatto (tanto per restare in tema). Fa parte dell’assortimento di un negozio italiano specializzato in giochi solari.
cavalletta.jpg

Il cappello con ventilatore

Chi non vorrebbe passeggiare sotto il sole con un mini ventilatore azionato dall’energia del sole attaccato alla visiera del cappello? La buona notizia è che questo esiste, in diversi modelli, compreso quello da lavoro. L’ottima notizia: è adatto a tutte le tasche. Come farne a meno?
cappello.jpg

Il Cinema portatile

È il cinema più piccolo del mondo - ha solo 8 posti - ma è anche l’unico che può funzionare grazie all’energia del sole. L’idea nasce da una compagna di artisti inglesi che ha voluto allestire come cinema all’aperto e itinerante una piccola roulotte anni Sessanta. Si chiama Sol cinema e nel 2020 festeggia i primi dieci anni di attività. Sul sito della compagnia di artisti tutte le prossime tappe. 

L'intrigante Solar Bikini

Scusi mi spalma la crema sulla schiena?” “Certo, così nel frattempo ricarico il telefono”. Questa estate avremmo potuto sentire una conversazione di questo tipo centinaia di volte se si fosse sviluppato commercialmente il Solar bikini ovvero il bikini ricoperto di piccoli pannelli solari capace di produrre 5 volt di energia elettrica, ideato dall’americano Andrew Schneider. Perfetto se non fosse per un piccolo particolare: non può essere bagnato (e per un costume potrebbe essere un problema).

La Radio solare

Gadget fotovoltaico indispensabile per gli appassionati di campeggio, la radio solare si ricarica al sole tramite un piccolo impianto fotovoltaico e di solito ha più funzioni come caricabatteria e luce di emergenza. La maggior parte dei modelli in vendita sono dotati anche di connessione bluetooth e lettore MP3. Invidiatissima anche in spiaggia. 

E-TOMB

Lo abbiamo lasciato come undicesimo nella nostra top ten. Il motivo è semplice: si tratta del gadget fotovoltaico definitivo (anche perché l’ultimo che un appassionato potrebbe comprarsi). Si tratta infatti di una lapide dotata di pannello fotovoltaico per alimentare una memoria elettronica con informazioni sul defunto, immagini, post dai social network. All’esterno è anonima, ma collegandosi con il bluetooth si possono scoprire molte informazioni sul caro estinto. E la famiglia Addams ringrazia.