Come risparmiare in bolletta con un uso accorto dei nostri elettrodomestici

Partiamo da un dato, certificato dall'ENEA (l'agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile). Un uso intelligente degli elettrodomestici potrebbe far risparmiare alle famiglie italiane più di 2 miliardi di euro l'anno. Ma non è solo un fatto economico. È anche una questione di consapevolezza: culturale e ambientale. Un discorso ancor più attuale in queste settimane di lockdown che ci costringe a una prolungata (r)esistenza domestica.

Ogni nostro gesto (la rubrica #Evolveregreen nasce proprio con questo intento), ha una sua impronta ambientale. Sta a noi risparmiare il superfluo, per essere sostenibili. Sono piccole abitudini, che fanno la differenza, e che possono contribuire al nostro obiettivo: trasformare le abitazioni da energivore (consumatrici d'energia) a energifore (produttrici di elettricità).

frigo.jpg

Ci sono elettrodomestici che consumano poco, ma sono sempre (o quasi) in funzione (su tutti, il frigorifero). Ed elettrodomestici meno utilizzati, ma dall'assorbimento energetico molto elevato. Tra questi, ad esempio, il forno, la lavatrice e la lavastoviglie, ma anche il ferro da stiro, la vasca idromassaggio e l'asciugacapelli. I nostri sforzi da un lato devono partire all'origine, nella scelta di elettrodomestici ad alta efficienza energetica. Dall'altra devono tenere conto di piccoli gesti quotidiani.

Occhio all'etichetta

Per risparmiare davvero, bisogna cominciare dall'acquisto, privilegiando elettrodomestici ad alta efficienza energetica. Ad esempio, un frigorifero in classe A+++ consuma in media il 50% in meno di quello in classe A+, e il 25% in meno di uno in classe A++. Nella pratica, la quota in bolletta di un frigo di classe A+ da 300 litri è di circa 60 € l'anno. Il costo si dimezza (€ 30) per il frigo di classe A+++.

L'anno prossimo in tutta Europa entrerà in vigore un nuovo tipo di etichettatura: scompariranno le attuali classi, sostituite da una scala da A (massimo risparmio) a G (minimo risparmio). Ma il succo non cambia: meglio spendere qualche euro in più all'acquisto, per risparmiare lungo tutta la vita del nostro elettrodomestico. 

Una consapevolezza che in Evolvere conosciamo bene: per questo abbiamo siglato un accordo con Whirlpool, che permette ai nostri clienti di acquistare elettrodomestici smart per la casa con sconti esclusivi fino al 70%

I piccoli gesti che fanno la differenza

Gli elettrodomestici dimenticati in stand-by per giorni. Il caricabatterie lasciato nella spina senza alcun cellulare in ricarica. Il frigorifero impostato a temperature troppo basse. Sono tutti gesti che, sommati l'uno con l'altro, fanno schizzare verso l'alto la nostra bolletta della luce.
spine.jpg
Spine inserite senza cellulare: consumano comunqueSe vogliamo combattere gli sprechi energetici, dobbiamo concentrarci dalla stanza più energivora: la cucina. Come? Cominciando a disporre gli elettrodomestici con intelligenza: il frigorifero lontano da fonti di calore (come i fornelli) e distanziato dal muro, per consentire una maggiore dispersione del calore. Quando cuciniamo, cerchiamo di usare sempre i coperchi (altrimenti una parte di calore viene sprecata). Mentre quando usiamo il forno, evitiamo di aprire lo sportello in continuazione e magari spegniamolo qualche minuto prima della fine della cottura: il calore residuo sarà sufficiente a terminare le nostre pietanze. Occhio al grill: questa resistenza brucia da sola 1200 W. Pollice in su, invece, per la cottura ventilata: mantiene la temperatura interna uniforme, accorciando così i tempi di cottura.
panni.jpg
Giornate di sole: stendi all'aperto piuttosto che usare l'asciugatriceSul fronte della lavastoviglie, usiamo il più possibile la funzione Eco, e laviamo a mezzo carico soltanto se c'è l'apposita funzione. Lo stesso concetto si può ripetere con la lavatrice: privilegiamo lavaggi a basse temperature. Quando possibile, e se c'è il sole, evitiamo di avviare l'asciugatrice: stendere i panni è un esercizio fisico ed ecologico. Quando poi è il momento di stirare, non prendiamo in considerazione mutande e calzini: tranquilli, non se ne accorgerà nessuno.

Passa al fotovoltaico

Tutti questi spunti sono ottime indicazioni per vivere con consapevolezza il nostro rapporto con gli elettrodomestici. Ma il passaggio epocale che ci consentirà davvero di  trasformare la nostra casa da energivora in energifora è quello di installare un impianto fotovoltaico, magari con sistema di accumulo, per non sprecare nemmeno una stilla di energia catturata dal sole. Con Sempre Tuo - l'offerta di Evolvere che ti guida passo passo nell'installazione di un impianto fotovoltaico con sistema di accumulo energetico (dalla sua fattibilità al collaudo) - tutto questo è possibile: una scelta di autonomia energetica che ti farà risparmiare fino al 90% sulla bolletta.